mercoledì 30 novembre 2016

Recensione Dreamology di Lucy Keating

Titolo
Dreamology
Autrice
Lucy Keating
Valutazione:
Editore: Newton Compton
Pagine: 288
Prezzo: € 9,90
Ebook: € 4,99
Genere: YA Romance
Trama
Per quanto Alice può riuscire a ricordare, Max è sempre stato parte integrante dei suoi sogni. Insieme hanno girato il mondo, vissuto esperienze straordinarie e si sono innamorati alla follia. Max è il ragazzo perfetto… Peccato che non sia reale. Perché Max non esiste. O almeno, così ha sempre pensato Alice. Fin quando entra nella sua nuova classe, il primo giorno di scuola, e… non riesce a credere ai suoi occhi: il suo Max è lì, davanti a lei, in carne e ossa. Ben presto però dovrà fare i conti col fatto che il Max reale è molto diverso dal Max dei sogni. Il Max reale è testardo e problematico, ha una vita complicata e intensa, di cui Alice non fa parte, nonché una ragazza, Celeste. Anche il loro incontro e il loro rapporto non sono così perfetti come lei aveva sperato. Quando si è vissuto un amore da sogno, ci si potrà mai accontentare della realtà?

Recensione

Alice e Max si conoscono da sempre. Si vivono, si amano, si divertono, si inseguono e si parlano, però, solamente nei loro sogni. Alice lo sogna da sempre. Max è il ragazzo dei propri sogni, in ogni possibile senso. Ma cosa succede quando il ragazzo che ha sempre visto nei suoi sogni, un bel giorno compare effettivamente nella sua realtà? Ha lo stesso nome, lo stesso fisico, gli stessi occhi, la stessa voce. Eppure fa finta di non conoscerla, di non averla mai vista. Alice piomba nel panico, confusa ed arrabbiata con sé stessa perché non riesce a sopprimere i sentimenti che prova per lui e che lui sembra proprio non ricambiare - ha addirittura un'altra ragazza - e perché il suo mondo dei sogni si sta misteriosamente mischiando con la dura realtà sotto forma di allucinazioni. Sta forse divenendo pazza?
Dreamology è un romanzo molto carino, effettivamente niente di straordinario ma in grado di catturare l'interesse del lettore grazie alla sua deliziosa originalità e alla caratterizzazione simpatica e ironica dei suoi protagonisti. Questi sono tutti giovani ragazzi alle prese con scuola e amore, divertimento, gelosie e amicizie e, chi in un modo e chi in un altro, prenderà parte alla storia di Alice e Max e al loro confusionario scambio tra realtà e fantasia. Come dicevo, è un romanzo originale che apre le porte al mondo dei sogni, creando uno scenario molto piacevole e ben costruito. Ciò che lega Max e Alice sono proprio i sogni si, ma è anche una dolcissima realtà quella che poi li stringerà in un rapporto fatto di alti e bassi, di insicurezze e di ripensamenti, di stranezze e di molta tenerezza. Ciò che vive Alice è una vita piuttosto solitaria, con un padre neuroscienziato un po' sulle nuvole e una madre totalmente assente e decisamente sopra le righe. Soltanto quando entra nel suo letto, stringe a sé le coperte e si addormenta, vive davvero. Vive grazie a Max, al suo entusiasmo, alla sua voglia di divertire e di divertirsi, grazie al suo romanticismo e al suo carisma. Quando poi si incontrano nella realtà e lui finge di non conoscerla, nel mondo di Alice si apre una crepa dolorosa. E' qui che entra in gioco una particolare (e dovrei dire anche bizzarra) società che opera nel mondo dei sogni. In questo frangente, Lucy Keating è riuscita a stupirmi e ad intrattenermi. Non posso dire lo stesso della storia d'amore, per me un po' leggera e un po' troppo semplice, già vista e rivista troppe volte. Nonostante questo, il risultato è comunque sufficiente e soddisfacente in gran parte per la scrittura fluida, giovanile e fresca della Keating e per il curioso e ben riuscito incontro tra realtà e mondo dei sogni.

0 commenti:

Posta un commento