mercoledì 11 marzo 2015

L'intervista con Susan Elizabeth Phillips!

Devo essere sincera, mi è capitato ed ho avuto la possibilità e fortuna di intervistare molte autrici romance italiane e straniere, donne incantevoli e gentili e penne di una maestria senza pari. In questo percorso con il blog, ho anche avuto il piacere di poter chiacchierare con alcune delle mie autrici preferite, e sono più che onorata di avere come ospite oggi una delle regine del romance, costante fonte di ispirazione e creatrice di storie meravigliosamente toccanti e travolgenti. Non mi dilungherò troppo perché non voglio sprecare troppe chiacchiere, ma solo rendervi partecipi e condividere con voi questa piccola intervista con Susan Elizabeth Phillips, una donna disponibile e desiderosa di interagire con il suo vastissimo e adorabile pubblico italiano. Alle mie fedelissime, che conoscono i miei sogni di blogger, dico solo che rimane la Kleypas da intervistare. Arriverà il coraggio e prima o poi la porterò qui, almeno me lo auguro...ma adesso godiamoci la chiacchierata con colei che ha alimentato i nostri sogni con quei meravigliosi e deliziosi fustacchioni dei Chicago Star come Dan, Bobby Tom, Kevin e Heath, per citarne alcuni, e creatrice di storie indimenticabili, plasmate per incantare ed emozionare il lettore.


So che Odio Quindi Amo è uno dei tuoi libri preferiti tra quelli che hai scritto. Vuoi raccontarci perché? Che genere di emozioni vorresti suscitare nei lettori attraverso questa storia?

Amo le storie di redenzione, e Odio Quindi Amo è certamente una di queste. Credo anche che la maggior parte di noi si trascina qualche trauma risalente agli anni delle superiori. Almeno per noi americani è così! Questo libro mi ha dato l'opportunità di esplorare entrambe le idee, così come di scrivere una storia d'amore tra un eroe e un'eroina che hanno ottime ragioni per odiarsi a vicenda. In più, adoro Sugar Beth e Colin.

Personalmente, penso che Odio Quindi Amo sia una storia sensuale, emozionante, divertente e romantica. Qual è la parte che preferisci del libro?

Non vorrei dire qual è la mia parte preferita, ma mi è piaciuto davvero tanto scrivere le scene su "Le Coralline". Ho anche amato lo scambio di battute tra Colin e Sugar Beth. E la storia d'amore tra Ryan e Winnie per me ha significato molto. Okay, credo di aver rivelato tutte le parti!

C'è una protagonista femminile dei tuoi romanzi con cui ti identifichi più delle altre?

Mi identifico in molti modi con tutti i personaggi femminili che scrivo. Tutte possiedono parti di me, le migliori e le peggiori. Ma ognuna di loro è, nello stesso tempo, totalmente sè stessa.

La serie "Chicago Star" è stata elogiata ed amata in tutto il mondo, anche in Italia. Quale personaggio dei tuoi libri ti ha sorpreso di più durante la sua evoluzione? Qualcuno di questi ha mai iniziato in un modo, rispetto a come hai impostato la sua storia, e finito in un altro?

Comincio sempre in un modo per poi finire in un altro. Non tengo molto in considerazione la trama o i personaggi quando comincio un libro. Entrambi si sviluppano col tempo. Posso dire onestamente che, più vado a fondo, più ad un certo punto ogni personaggio riesce a sorprendermi.

Quali sono gli aspetti più impegnativi dello scrivere serie romance?

Trovare qualcosa di fresco da scrivere e ricordare ciò che hai già scritto. Io di solito conto sui miei lettori per questo aspetto, facendo domande dei miei romanzi precedenti sulla mia pagina facebook. C'è sempre qualche lettore che sta leggendo uno dei miei libri e mi può dire cosa dimentico. Questo fa di me una persona pigra?!

Di cosa sei più orgogliosa nella tua carriera?

Che sto ancora scrivendo! Una lunga carriera ha bisogno di molta disciplina e io sono felice di essere stata capace di mantenerla. Ma a parte questo, ho i lettori più straordinari del mondo che mi supportano.

Quando potremo vederti qui in Italia?

Non lo so, spero l'anno prossimo. Questo dipenderà dal mio meraviglioso editore e dal loro programma. Ho fatto diverse escursioni in Italia e amo tantissimo visitarla.

Vi è piaciuta questa chiacchierata? Adesso speriamo di poterla conoscere e vedere presto in Italia, ma soprattutto, di poter leggere un altro dei suoi meravigliosi romanzi. Inoltre, dovete sapere, care lettrici, che questa foto mi è stata data direttamente dalla Phillips confidandomi che è stata scattata proprio in Italia durante un'escursione ad Amalfi, un luogo che le è entrato nel cuore e per lei davvero incantevole. Mi verrebbe da dire, Ain't she sweet? Non è adorabile?

And now...english version!

I know that "Ain't She Sweet?" is one of your favorites among your own books. Can you tell us why? What kind of emotions would you like to communicate to readers through this reading?

I love stories of redemption, and this certainly is one.  I also believe that most of us carry around a few traumas from our high school years? At least we Americans do! This book gave me an opportunity to explore both ideas, as well as write a love story where the hero and heroine have good reason to hate each other.  Plus, I just loveSugar Beth and Colin. 

I think that "Ain't She Sweet?" is a sexy, emotional, funny and romantic story. What's your favorite part of this book?

I wouldn’t say it’s my favorite part, but I did love writing the scenes with the Seawillows. I also loved the banter between Colin and Sugar Beth.  And Ryan and Winnie’s love story really resonated with me.  Okay, I guess I looked all the parts!

Is there any one female character you wrote about who you identify with?

I identify in some way with every female character I write.  They all contain some part of me—my better parts and my worse parts. But they are also totally themselves.

Chicago Star Series was praised and loved all over the world. Italy too. Which of your books characters have surprised you the most during their evolution? Have they ever started out one way and ended another?

I always start out one way and end another way. I don’t know much about the plot or the characters when I begin a book. They both develop over time.  And I can honestly say that, as I dig deeper, every character I write surprises me at some point

What are some of the more challenging aspects to writing a series romance?

Finding something fresh to write and remembering what I’ve already written. (I usually rely on my readers for that by posting questions about past books on my Facebook page. There’s always some reader who’s reading one of my books and can tell me what I’ve forgotten. Does that make me lazy?!)

What are you most proud of in your career?

That I’m still writing! A long term career takes a lot of discipline, and I feel good that I’ve been able to maintain that.  But then, I have the most wonderful readers in the world cheering me on.

When can we see you here in Italy?

I’m not sure.  I hope next year. It will depend on my wonderful publisher and their schedule.  I’ve taken several hiking trips in Italy and love visiting so much.

Un grazie speciale a Susan Elizabeth Phillips! Non perdetevi, se non lo avete ancora letto, Odio Quindi Amo (QUI la mia recensione) e alla prossima intervista romance!

Titolo
Odio Quindi Amo
Autrice
Susan Elizabeth Phillips
Editore
Leggereditore
Prezzo
€ 9,90
Ebook
€ 4,99
Trama
All'epoca delle scuole superiori a Parrish, Mississippi, Sugar Beth Carey aveva il mondo in pugno. Era la ragazza più ricca e più popolare della scuola, era lei che decideva quali erano i tavoli più in della mensa, con quali ragazzi si poteva uscire e se l'imitazione di una borsa di Gucci era accettabile se non eri la figlia dell'imprenditore più ricco della città e non potevi permetterti l'originale. Bionda e divina, aveva regnato incontrastata. Quando aveva lasciato Parrish per andare all'università, aveva giurato di non farvi ritorno mai più. Solo che adesso, quindici anni e svariati mariti dopo, si ritrova senza soldi, senza speranze e senza alternative, e si vede costretta a tornare nella città che pensava di essersi lasciata alle spalle per sempre per cercare un quadro di enorme valore lasciatole in eredità da sua zia. Qui scopre che Winnie Davis, la sua nemica di più lunga data, adesso ha tutto il successo, i soldi e il prestigio che un tempo appartenevano a lei. E, peggio ancora, Colin Byrne ‒ l'uomo a cui Sugar Beth aveva distrutto la carriera ‒ è diventato uno scrittore ricco e famoso e ha acquistato la villa in cui Sugar Beth è cresciuta. Come se non bastasse, tutti gli abitanti di Parrish, primo fra tutti proprio Colin Byrne, sembrano intenzionati a vendicarsi di tutte le cattiverie che Sugar Beth ha compiuto durante gli anni della scuola. Tuttavia, nonostante la sua insolenza e il carattere apparentemente duro, Sugar Beth non è più la perfida ragazzina viziata che tutti ricordano. Adesso è una donna molto più saggia e più matura, e piano piano riuscirà a riconquistare l'affetto della città e a fare breccia nel cuore delle persone che avevano più motivi per odiarla. Troverà così delle amiche, una sorella e un nuovo amore che non si sarebbe mai aspettata.

8 commenti:

  1. Ciao, questa intervista mi è piaciuta molto. È una bella iniziativa perché fa sentire gli autori un po' più vicini al lettore... sono curiosa di leggerne altre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Luana, sei carinissima! Mi rendi davvero contenta ^^

      Elimina
  2. Io non ci credooooooooo!! Cosa ti avevo detto?! ----> dillo cosa ti avevo detto!
    Io amo, adoro, venero, stimo quest'autrice! E poi ti ha mandato anche la foto!!
    No guarda mi viene da piangere. Come vorrei che fossero tutte come lei :'(
    Manco a farlo apposta sto rileggendo proprio in questi giorni "E se fosse lui quello giusto?" e Cal mi fa impazzire!! Lo amo!!
    Brava scemottì!! Hai reso super orgogliosa la tua amica e fan numero 1 di questo blog ♥
    P.S. Non sto mica facendo la ruffiana -_-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah ma io ti adoro lo sai, anche se fai la ruffiana :) Guarda, posso dirti con tutta sincerità che, a differenza di altre, ci ha messo dieci minuti per rispondermi e due giorni per mandarmi indietro le risposte dell'intervista?? La adoro, è stata meravigliosa! Non parlarmi di Cal =_= prima o poi mi toccherà riprendere in mano la storia di Heath per astinenza!

      Elimina
  3. sai che io adoro quest'autrice, grazie grazie e ancora grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so tesoro, è anche per voi, mie dolcissime fedeli, che ho provato a chiederle l'intervista ^_^

      Elimina
  4. Grazie 1000 davvero per questa intervista!! E' una delle mie autrici preferite!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Kysha per avermi dedicato del tempo ed averla letta!!!!

      Elimina