lunedì 14 ottobre 2013

Sorpresa blog: vinci tre libri per Halloween. The Vincent Boys, Aegyptiaca e La Piccola Cucina dei Sapori Segreti

Cari lettori, Halloween si sta avvicinando e come ogni anno Leggere Fantastico volete che non metta a disposizione qualche libro da regalare?? Ma certo che si! Per questo le sorprese non mancheranno e in questo post ne vedrete delle belle, o per meglio dire, per ogni gusto. Sono tre i libri in palio per questo Halloween, un new adult molto chiacchierato, un fantasy made in Italy AUTOGRAFATO davvero speciale e una storia d' amore deliziosa. Chi ha voglia di leggere uno di questi tre libri? Allora seguiteci perchè scoprirete di quali romanzi si tratta e come fare per poterli vincere.






Titolo
The Vincent Boys
Autrice
Abbi Glines







Titolo
Aegyptiaca. I Prescelti degli Dei
Autore
Dean Lucas







Titolo
La Piccola Cucina dei Sapori Segreti
Autrice
Ada Parellada











Che ne dite? Vi soddisfano? Tre romanzi per tre generi differenti che dovrebbero saziare i vostri appetiti letterari.  Se non li conoscete, più avanti vi ho messo le trame così potrete scegliere tranquillamente per quale libro giocare e vi ricordo che Aegyptiaca, messo gentilmente a disposizione dall' autore stesso, sarà autografato per il vincitore. Bene, ora che abbiamo finito con le introduzioni, andiamo a scoprire come fare per vincere i libri in palio..


Questo è un piccolo regalo che faccio a voi affezionati lettori e ci sono delle piccole indicazioni che dovete seguire. Mi raccomando però, seguitele attentamente altrimenti non vi terrò presente nella scelta finale.

- Essere lettori fissi del blog (basta cliccare su unisciti a questo sito sulla colonna destra)
- Raccontatemi cos'è per voi Halloween, o cosa farete la sera del 31 Ottobre oppure il vostro miglior Halloween di sempre. Come potete vedere, dò spazio alla vostra fantasia. Stupitemi, fatemi ridere, raccontatemi quello che volete sul vostro Halloween nel commento a questo post.
- Indicatemi sempre nel commento la vostra mail e il libro che scegliete. Uno dei tre, non tutti. 
- Se volete, spargete la notizia sui vostri blog, anobii, twitter, ovunque vogliate, fate pure.  Non è obbligatorio.

Alla fine sceglierò tre commenti, i più carini secondo il mio personale parere, che si aggiudicheranno una copia del libro da loro scelto. Ovviamente sceglierò tre commenti, uno per ogni libro. E' chiaro? Allora cosa aspettate?? Partecipate numerosi! Avete tempo fino al 31 Ottobre!

The Vincent Boys
Abbi Glines
Le brave ragazze vanno in paradiso, quelle cattive vivono passioni sconvolgenti...
Ashton, brava ragazza di "professione", cerca di non deludere i suoi genitori e gioca il ruolo della fidanzata perfetta di Sawyer Vincent, il ragazzo che tutte vorrebbero.
Ma durante le vacanze estive, mentre Sawyer è in campeggio con il fratello, Ashton inizia ad avvicinarsi a Beau, cugino di Sawyer, terribilmente sexy. E terribilmente pericoloso... Il ragazzo da cui tutte dovrebbero stare alla larga. Beau, che ha sempre voluto bene a Sawyer come a un fratello, ama Ashton fin dai tempi dell'asilo, considerandola però la "ragazza di suo cugino" e, dunque, off limits.
Che sia giunto il momento di abbandonare le maschere e di lasciarsi andare ai sentimenti veri? Più Ashton e Beau cercano di stare lontani più il desiderio si fa irrefrenabile. La tenera amicizia che li legava da piccoli si trasforma in attrazione travolgente, impossibile da combattere...
Come reagirà Sawyer nel trovare la sua ragazza tra le braccia del cugino e migliore amico?
C'è sempre una prima volta per "tutto": per l'amore, per la gelosia, per scoprire chi siamo veramente...
---------------------------------------------------------------
Aegyptiaca. I Prescelti degli Dei (recensione QUI)
Dean Lucas
Delphi era solo una bambina quando una creatura antica quanto il mondo incide il suo corpo come fosse una stele. In quei simboli è possibile leggere il futuro dell’Uomo, poiché quei segni sono la scrittura degli Dei.Sargon è un guerriero che fugge dal proprio passato. Chi era prima di incontrare Delphi non ha più importanza: ha attraversato il Tigri e l’Eufrate, ha solcato i mari, ha superato i deserti per trovarla. La sua spada è ora al servizio della missione di Delphi. Sargon non sa che sarà il passato a trovare lui. Gavri’el ha sempre creduto di essere l’unico figlio di una famiglia di nemeh, poveri contadini che vivono in case di fango e argilla sulle rive del Nilo. Non sa che le profezie parlano di lui. Non sa che è nato per brandire l’arma più potente di quel mondo. Non sa che il proprio destino non si può scegliere. Non sa nemmeno che Tary, la giovane hyksos di cui è innamorato, non aspetta altro che ricambiare i suoi sentimenti. Metà egizia, metà di sangue hyksos, Tary è figlia del nobile Ephepi. Dolce e coraggiosa, ha paura di mostrare se stessa a Gavri’el: lo ama ma è troppo orgogliosa per ammetterlo. Quando per la sua famiglia ogni cosa sembrerà perduta, dovrà fare   appello a una forza che nemmeno lei sa di possedere pur di non tradire il segreto di Gavri’el. La Sfinge è la bellissima e altera dea di Giza. Irascibile, orgogliosa, vanitosa: lei stessa si definisce come la cosa più preziosa di quel mondo. Il sangue che le bagna spesso i vestiti è soltanto quello dei suoi nemici.
Comandante delle Guardie nubiane della Sfinge, Matunde è un gigante buono pronto a tutto per la sua regina. La sua forza è pari soltanto all’incredibile coraggio che gli permette di affrontare ogni sfida, anche la più impossibile. I loro destini s’incontreranno in una terra sconvolta dalla brama di sangue di un dio e del suo esercito di abomini.
Perché loro sono i Prescelti e ognuno ha una missione da compiere. Sono stati scelti dal Destino ma non sanno ancora di esserlo. La loro storia è la storia dei Figli dell’Uomo. La loro storia è la storia dei Figli del Cielo. La loro storia è soprattutto la storia dell’eterna lotta tra il Bene e il Male che affonda le proprie radici nella Genesi.
-------------------------------------------------------------------------
La Piccola Cucina dei Sapori Segreti
Ada Parellada
Alex è un cuoco geniale, ma il suo premiatissimo ristorante di Barcellona è ogni giorno più vuoto: forse perché lui è un tipo burbero, troppo eccentrico e decisamente di poche parole? O forse perché dai suoi piatti sono banditi addirittura gli ingredienti provenienti dall'America (compresi patate e pomodori)? Di certo non si aspetta aiuto da Annette, la ragazza canadese che gli piomba in casa e che di ricette e portate non sa un bel niente. Ma lei è così dolce, intraprendente, e ha un'irresistibile chioma rossa...
Alex e Annette, due poli opposti che però - tra una litigata e l'altra - si "riconoscono". Perché entrambi hanno il cuore infranto, e un drammatico passato. Così, mentre Annette si ingegna per risollevare le sorti del locale, Alex capisce che con lei può finalmente mostrarsi per quello che è, lasciando che i dolorosi segreti che si porta dentro si sciolgano come burro. Perché quella ragazza apparentemente sognante e distratta è in realtà la donna più appassionata, sexy e intelligente che lui abbia incontrato in tutta la vita. 
Tra gli aromi e il calore dei fornelli, le verità vengono a galla e la passione sobbolle piano piano, condita da un amore incondizionato per la cucina.

26 commenti:

  1. amo halloweeeen*-*
    condiviso su google https://plus.google.com/u/0/
    e su twitter https://twitter.com/anya2604/status/389837189598572544
    questo halloween è ancora tutto da organizzare, ma ognuno è particolare^^
    l'anno scorso ad esempio abbiamo fatto carellata di horror mentre mangiavamo dolcetti...alla fine sono stata l'unica a rimanere attenta e vigile fino al mattino XD
    ma il più divertente è stato quando eravamo ad una festa in maschera, io ero vestita da vampira del tipo con abito ottocentesco, tette in fuori e gonnellona in pratica-.-
    comunque sia mancava un amico all'appello e non riusciva a trovare la casa...alla fine vedi uscire conte dracula, uno zombie una vampira che sembrava più dama di altri tempi, uno che aveva messo gli slip sui jeans con una mantellina e dio solo sa che altro XD
    tutti senza giacche nè niente a cercarlo per le vie, la gente che ci fissava malissimo...sbuca fuori una donna che mi ha fatta vermanete irritare tanto male ci guardava, mi avvicino e con i canini in fuori (dio siano ringraziati i canini finti e il sangue finto) e le faccio: Dolcetto o scherzetto? e scappa XD un vecchietto invece mi ha dato dolci e soldi, brav'uomo XD
    alla fin della fiera il nostro amico continuava a girare in cerchio come un idiota e noi a inseguirlo come idioti-.- una volta tornati in casa eravamo congelati, ma la faccia di quella donna fu impagabile XD
    sono indecisa tra due libri...cavolacci<.< opto per the vincent boys ç.ç ma a malincuore ç.ç
    la mia email è hunteremily19@gmail.com

    RispondiElimina
  2. Cos'è per me Halloween?!E' l'unico giorno in cui da umani ci trasformiamo in essere immortali.Ci lasciamo travolgere dal lugubre splendore che accende quella notte.Ad Halloween il terrore vibra nel sangue come un violento pulsare di sensazioni sconvolgenti.Inoltre le tenebre nascondono la nostra vera identità facendoci assaporare l'elisir della vita eterna!


    scelgo the vincent boys =D
    la mia email è ricciolinalove@libero.it

    RispondiElimina
  3. Secondo me ad Halloween le persone sperimentano cosa vuol dire cambiare identità anche per una sola notte. La vita che abbiamo vissuto fino al 30 ottobre non è più nostra e il 31 ci lasciamo tutto alle spalle e fuggiamo dai problemi e dalle sofferenze passate. Rinasciamo sotto le spoglie di qualcun altro e ci godiamo il momento anche se sappiamo che durerà solo un giorno, ma non importa perchè è una cosa di cui abbiamo bisogno e che ci farà sentire meglio.


    Io scelgo the vincent boys.
    La mia email è fortingiulia@gmail.com

    RispondiElimina
  4. Halloween è la notte in cui ogni cosa muta, niente rimane uguale, la notte prende il sopravvento sul giorno lasciandone traccia solo il mattino dopo. È l'unica notte dell'anno in cui è permesso rinascere dalle proprie ceneri, in cui la realtà lascia il posto all'immaginazione, in cui il tempo sembra fermarsi x vedere chi indosserà una maschera o al contrario chi se la toglierà.

    Io scelgo la piccola cucina dei sapori segreti.
    La mia email è fortincaterina@gmail.com

    RispondiElimina
  5. mail fraghi88@alice.it
    fb sn francesca ghiribelli ho condiviso
    su twitter condiviso come fraghi88
    e su g+ come francesca ghiribelli
    fraghi88 come follower

    io halloween lo immagino così in versione gotica, romantica e seducente, visto che mi piace scrivere poesie, ecco una poesia gothic-romantic.

    Poesia di Tenebra

    Mi avvolgo del dolce miele
    delle stelle
    penso a te,
    a noi sulla pelle.
    Libro le ali del mio amore
    tra i merli di questa torre
    che mi tiene
    prigioniera
    di me stessa.
    Chiudo gli occhi e immagino
    il tuo solitario volo nella notte
    dove la passione
    è oramai alle porte
    e stringo forte l’aria
    per tenerti schiavo
    del mio respiro,
    ma so che non posso,
    non potrò averti
    quando il giorno rinascerà un’altra volta.
    Così, ho scelto
    un sentimento immortale
    come unica via del cuore
    e la luce del mondo
    non mi farà più alcun male,
    poi arrivi come un messaggio mandato dalla luna
    e racchiudi le forti ali
    in tenebra scura.
    Lì, nell’ardore del peccato
    sono ciò che il tempo
    mi ha regalato
    e mentre tu sei sovrano
    della vita eterna
    io divento verso d’amore
    in questa poesia di tenebra.

    Francesca Ghiribelli

    scelgo in caso di vincita 'vincent boys'.

    RispondiElimina
  6. Partecipo per il libro La Piccola Cucina dei Sapori Segreti, la mia mail è :leggerefantasy@hotmail.it
    Halloween è la mia seconda festa preferita.
    Sarà che sono una fanatica di Tim Burton ( il mio film preferito è Nightmare before Christmas) , adoro l'illustratrice Victoria Francès e sono irresistibilmente attratta dalle atmosfere gotiche, ma questa festa mi piace un sacco.
    Cade poi nella mia stagione preferita, carica di poesia e colori vibranti e nonostante l'aria malinconia, esercita su di me un fascino particolare.
    Aggiungo anche che sono specializzata nel trucco "horror" l'anno scorso ho passato la serata a trasformare amici e parenti, con sangue finto e plastilina, in creature da brivido ^^
    Detto questo...Buon Halloween :)

    RispondiElimina
  7. Partecipo per il libro La piccola cucina dei sapori segreti,la mia mail e' mony.16@live.it Halloween e' una festa che dura troppo poco tempo secondo me!Mi piace il mistero delle maschere,la liberta' di osare,il divertimento e la gioia che si crea nel bambino come nell'adulto.Io anche quest'anno organizzero' una festa per i bambini e i loro genitori,ci saranno cacce al tesoro,balli,scherzetti vari e i mitici dolcetti...l'anno scorso ho vestito mio figlio di 8 anni da "il corvo"visto che amo Brandon Lee e la mia piccolina di 3 anni da "strega monella" io e il maritozzo classici vampiri...non facciamo grandi cose ma ci divertiamo ed e' questo quello che conta!Buon Halloween!!!

    RispondiElimina
  8. Ciao! il libro che mi piacerebbe ricevere è La piccola cucina dei sapori segreti...la mia email è ilibridimissvale@gmail.com...vediamo un po' se mi ricordo l'Halloween più divertente che abbia mai trascorso...ah sì! Avevo 16 ed è stata una delle prime sere che ho trascorso fuori casa...rimasi a dormire a casa della mia migliore amica organizzando una lunga maratona di film horror e chiacchiere!

    RispondiElimina
  9. io odio halloween!
    abito in un quartiere pieno di bambini e la sera del 31 ottobre cerco di sempre di inventarmi qualcosa da fare per non farmi trovare in casa! questo è il mio scherzetto e i dolcetti me li magno io!
    scelgo "La piccola cucina dei sapori segreti"
    gfc: milubijoux1974
    email: milubijoux1974@libero.it

    RispondiElimina
  10. Fantastico contest!!!
    Ecco la mia mail: stellinabella9290@hotmail.it
    Ecco il libro che scelgo: Aegyptica. I prescelti degli Dei
    Direi di raccontare l'Halloween più orribile che ho passato! (orribile dai punti di vista).
    Era passato quasi un anno da quando ero diventata mamma, e chi lo è, sa bene che per i primi tempi si dorme davvero poco. Così ho organizzato una serata in discoteca con delle amiche, era davvero una vita che non mi divertivo! (Tenete conto che avevo 18 anni, quindi si presume il massimo della vitalità) Dopo aver passato tutto il pomeriggio a prepararmi per essere "terrificante", non che ci volessero ore di preparazione con le borse orrende che mi ritrovavo, finalmente entriamo! Io, scatenatissima, ballo circondata da fantasmi, zombie, e altre creature terrificanti. Si ho ballato per tre ore poi...bam! Un sonno allucinante mi ha afferrata! Mi siedo (con la scusa di far riposare i piedi) e...oddio! Che comodi che sono i divanetti di pelle...nemmeno il mio letto è così soffice. Gli occhi ormai si rifiutano di obbedirmi e rimanere aperti!! Ma non potevo prendere sonno!!! Avrebbero pensato che mi sentissi male e che fossi svenuta! Chi è che prende sonno in discoteca la notte di Halloween??? Beh io ce l'ho quasi fatta! Pure la musica si era fatta soffusa (il potere del sonno!)
    Conclusione? A mezzanotte ho supplicato le altre di andare a casa perché mi sentivo male!!!
    Speriamo che quest'anno vada meglio :)Sono passati 3 anni :) dovrei aver recuperato tutto il sonno necessario!!!

    RispondiElimina
  11. Ciao, allora da dove cominciare, poiché non sono più così giovane non ho modo di raccontare eventi miei personali sulla giornata di Halloween, ma posso parlare di come la vedono i miei due bimbi, una giornata da trascorrere correndo per il condominio, bussando, suonando per le porte dei vicini, gridando "dolcetto o scherzetto", tipico modo americano, un vicino che poi ha origini americane ama travestirsi ogni anno in modo diverso e così loro la prima persona a cui bussano è proprio lui. Per la curiosità anche quest'anno non vedono l'ora e tutte le volte che lo incrociamo cominciano a domandargli cosa metterai quest'anno? E lui sempre più misterioso, il primo anno è stato il più bello, perché aveva realmente addobbato la sua casa con zucche e lui si era travestito da zombie, bianco in viso e mia figlia non completamente convinta di chi avesse di fronte mi dice "mamma ma quello è il (parole sue)bampiro (vampiro) del film, penso abbiate capito a chi si riferisse? A Edward Cullen...Io morta dal ridere...
    La mia mail è floffj@alice.it
    e il libro che mi piacerebbe leggere è La piccola cucina dei sapori segreti
    Grazie

    RispondiElimina
  12. Il mio Halloween? Mhmm, vediamo un po'. Il mio Halloween migliore l'ho passato un po' di anni fa, andavo ancora a scuola. Ed è stato memorabile! Ero a una festa in maschera, ovviamente. Ero travestita da regina delle nevi. Immaginate un lungo abito color ghiaccio e una parrucca color argento. Mi sentivo assolutamente ridicola, ma dopotutto, si trattava di Halloween. Tutti lo erano un po'. Ricordo che, in un momento di gioco, per correre dietro a un'amica sono inciampata nel vestito e mi sono spalmata sul pavimento, con enorme gioia di tutti i presenti. E pensare che in prima fila a godere della mia performance, c'era proprio il ragazzo che mi piaceva. Bello, bellissimo, almeno per me lo era. Ma divago... come al solito... dicevo... ero spalmata sul pavimento, mentre le mie amiche accorrevano per liberarmi dalle grinfie del vestito e aiutarmi a rialzarmi, quando, il ragazzo in questione, che ovviamente sapeva della mia cotta, si avvicinò, si chinò con somma sorpresa di tutti e mi disse: "Se ti va, magari dopo che ti rimetti in piedi, ci facciamo un ballo". SHOCK! Non riuscivo a parlare, e per l'imbarazzo, e per quella proposta inaspettata. Fu una delle mie amiche a dire "assolutamente sì" Dieci minuti dopo, sulle note di It must have been love dei Roxette, stavo ballando con lui. Alla fine della serata fui premiata persino con un leggero bacio sulle labbra e venni a sapere, che anche lui aveva una cotta per me, ma era troppo timido per dirmelo, perché, ahimè, ero (sono) sempre stata un po' esuberante (in senso buono, si intende) Non lo so se questo c'entri o meno con Halloween, le maschere c'erano, le ragnatele finte appese ai muri anche, streghe fantasmi... tutto, quello che so, è che di certo, quella sera, ho vissuto tantissima magia che serbo ancora gelosamente nel cuore.

    la mia mail è: misshale78@gmail.com
    e il libro che fa per me è: Aegyptiaca. I Presceti degli Dei

    Grazie per questa opportunità Francesca e per avermi fatto ricordare di quel delizioso momento! *_*

    RispondiElimina
  13. Dolcetto o scherzetto?
    O forse dovremmo dire: Vampiro o Licantropo?
    Ci sono così tante leggende su questo giorno da diventare matti. Non c'è dubbio, Halloween è la notte da vivere, dove vivono anche le nostre paure in maniera differente. Guarderemo film horror con popcorn che si spargeranno irrimediabilmente ovunque, rideremo a crepapelle di fronte a "Jason" che taglia qualche testa, per poi farcela sotto appena andremo a dormire, rimedieremo uno di quei pipistrelli finti e faremo urlare nostra madre, che poi ci inseguirà con il battipanni per tutta la casa, aspetteremo dietro la porta nostra sorella per farla spaventare ma sarà lei a spaventare noi. Infine, faremo finta di essere piccoli bambini indifesi, solo per bussare alla porta di qualche vicino di casa e domandare: "Trick or treat?"
    A qualcuno faremo e pena... e allora ci riempirà le mani di caramelle, che puntualmente divideremo con gli altri mostricciattoli improvvisati.

    Grazie Francy per l'invito :) la mia mail: jessicamoro86@gmail.com
    libro: The Vincent Boys
    Abbi Glines

    RispondiElimina
  14. Hum, ho sempre desiderato festeggiare Halloween ma ahimè non ne ho avuto mai l'occasione, anche quando c'ero vicina poi tutto e sfumato >.< comprai anche dei denti da vampiro perché ho una fissa per i vampiri ed ero contenta come una bimba di averli presi xD poi li ho tenuti anche se mai utilizzati, almeno finché mia madre non li ha visti sulla mia scrivania e a mia insaputa ha deciso di gettarli. Insomma Halloween e io non troviamo un legame >.< magari in futuro.

    Mi piacerebbe vincere The Vincent Boys.
    La mia mail ornella.nile @ gmail.com

    RispondiElimina
  15. Inanzi tutto ti dico dove ho condiviso il GiveAway:
    G+: https://plus.google.com/u/0/101989558382963981318/posts/EMaw9PwE5q4
    Twitter: https://twitter.com/shjpwrecked/status/390561305385779203
    WordPress:http://freakmyself.wordpress.com/2013/10/16/sorpresa-blog-vinci-tre-libri-per-halloween-the-vincent-boys-aegyptiaca-e-la-piccola-cucina-dei-sapori-segreti/

    Allora, parliamo di Halloween.. diciamo che non ho avuto molta "esperienza" negli ultimi anni, ma diciamo che da piccolo mi sono divertito un casino a spegnere le luci in casa e camminare solo con una candela e una maschera facendo spaventare mia sorella di tanto in tanto. Poi andavo con altri due bimbi/ragazzi del condominio a fare 'dolcetto o scherzetto' alle porte delle altre persone, una volta mi sono quasi beccato un ceffone perché la signora del piano di sopra stava dormendo.. il mattino dopo le ho scritto una lettera e gliel'ho messa nella posta, non ricordo cosa scrissi di preciso, ma la minacciai di mangiarle il collo ahahah.
    Comunque, spero di passare questo Halloween nei migliori dei modi con i miei amici, siccome stanno progettando di organizzare una serata in una discoteca (siccome ci sono tre dei miei amici che sono 'dj' e pr).

    Comunque il libro che scelgo è "La Piccola Cucina dei Sapori Segreti"
    di Ada Parellada, e l'email è vincenzoriccio1@live.com

    Grazie mille dell'opportunità :)

    RispondiElimina
  16. Halloween non l'ho mai sentita come una festa importante o interessante ma ho un bambino di 7 anni che ne e' stato sempre attratto x cui inevitabilmente mi ci trovo immischiata :) ormai fanno anche le lezioni a scuola su Halloween!!Noi poveri vecchi (parlo x me)ai ns tempi non sapevamo nemmeno cosa fosse!
    gfc/fb:liliana leo
    email:lilianaleo@alice.it
    mi piacerebbe "La piccola cucina dei sapori segreti"

    RispondiElimina
  17. Non mi è capitato spesso di festeggiare Halloween quindi rivango un anedotto piuttosto datato. Si lo so, parlo come una vecchia settantenne. Aaah ai miei tempi c'erano ancora le mezze stagioni! Comunque il mio racconto risale a quando ero in prima media. Dai miei compagnucci ero considerata un po' una sfigata all'epoca (ora probabilmente mi considera tale perfino mia mamma, con la mia fissa per i libri e l'asocialità cronica, senza contare che perfino i bimbi delle elementari hanno una vita sociale più attiva della mia, ma tralasciamo) così quando sono stata invitata ad andare in giro a fare 'Dolcetto o scherzetto?' insieme ai più fighi e popolari della classe, ero alquanto su di giri. Prima che ve lo chiedate, no non erano impazziti e avavano iniziato ad amarmi, semplicemente avevano invitato tutta la classe, perfino quel ragazzino brufoloso che balbettava ogni volta che lo guardavi, quindi non c'era nulla per cui emozionarsi così tanto, ma tant'è. La faccio breve, abbiamo iniziato a girare per le case e non siamo riusciti a rimediare neanche mezza caramella in tutta la sera. Sembrava che stessimo chiedendo soldi, tutti ci guardavano malissimo!I peggiori erano i vecchietti, che uscivano in pantofole e ci urlavano dietro. Quella sera ho imparato alcune parolacce nuove. Alla fine pieni di sconforto siamo andati a bussare a casa di quello che ha il negozio di caramelle che ci ha scucito un paio di caramelle a testa. E pensare che avevo portato un sacchetto come nei film, temendo di non riuscire a tenere in tasca tutte le leccornie che avrei ricevuto. Beata ingenuità!

    La mia mail è antidotoblog@libero.it e tra i libri scelgo Aegyptiaca! Ho condiviso il banner sul mio blog :) http://ilibrisonounantidotoallatristezza.blogspot.it/

    RispondiElimina
  18. Mi ero persa questo Giveaway! *O*
    Bellissimo!
    Ti ringrazio innanzitutto per l'opportunità! Mi piacerebbe tantissimo vincere Aegyptiaca autografato visto che è da tempo nella mia wlist di aNobii *-*
    Non posso perdere quest'occasione e incrocio le dita! Mi piacerebbe averlo nella mia collezione e recensirlo nel blog! Non ho mai letto un libro sugli egizi e questa sarebbe la volta buona **

    Allora raccontando le cose assurde che ho fatto ad Halloween..mhhh me ne vengono in mente un paio, ma le più belle sono quelle che facevo da piccola con la mia migliore amica e mia sorella. La sera di Halloween era la sera degli spiriti, delle storie di paura. Cenavamo tutte insieme a casa mia con una bella pizza e poi iniziavano i giochi: la caccia al tesoro in casa mia per trovare i dolci con dei bigliettini sparsi qua e là (tutti gli anni il tesoro alla fine era nell'armadio del bagno). Ovviamente casa mia era decorata con zucche finte e ragnatele fatte con la vinavil (puoi immaginare mia madre quanto sclerava, però ci lasciava fare). Il requisito per giocare era mettere il cappello da strega (che ho ancora *-*).Terminata la caccia al tesoro era il momento della storia. Mia sorella che era la più grande, scriveva al pc una storia horror, la stampava e ce la leggeva al buio con la torcia puntata verso la sua faccia (tipo nei film). E poi c'erano i momenti in cui urlava all'improvviso, facendoci sussultare. Alla fine della storia eravamo così in soggezione che non volevamo più uscire dalla stanza. Altri anni giocavamo anche a fare i "balletti delle streghe" con la canzone La danza delle streghe di Gabry Ponte, quindi immagina il risultato. E la mezzanotte beh.. era la mezzanotte. Tutte e 3 in cucina a fissare la zucca di plastica e il cortile di casa mia al buio alla finestra. Giuravamo di vedere strane ombre e movimenti, mentre mia sorella ripeteva i pezzi assurdi delle sue storie. La notte di Halloween quando ero piccola era tutto questo... preparare le decorazioni, i giochi, le storie, i balli.. Con gli anni la notte di Halloween è diventata andare in discoteca travestiti e poi è diventata stare a casa a guardare film horror mangiando dolcetti.Insomma la notte di Halloween è una notte speciale che passo con piacere con gli amici ricordando i giochi assurdi che sono la nostre mente da bambini poteva inventare.. e che risate ci facciamo!

    Oddio ho scritto tantissimo xD mi sono lasciata andare!
    Condivido sul mio blog, pagina fb e twitter!
    la mia email:leda.92@hotmail.it
    Incrocio le dita e grazie di nuovo!
    Leda

    RispondiElimina
  19. Ciao, che bella idea! Dubito di poter competere con le altra storie dato che alcune sono molto carine, ma ci provo perché mi piace condividere :D
    Innanzi tutto il libro che vorrei leggere è Aegyptiaca e il mio indirizzo mail è federica.dequino@libero.it

    Sono già parecchi anni che festeggio Halloween in un modo o nell'altro, siamo sempre riusciti a trovare una festa, una rappresentazione teatrale o un evento a tema per calarci nell'atmosfera di questa notte magica ed emozionante e raramente siamo rimasti delusi! Il mio sogno è vivere un Holloween sa sogno (o meglio da incubo) nella città di Salem, in New England, deve essere emozionante e spaventoso!
    La mia notte di Halloween migliore risale a 8 anni fa: in un paese vicino avevano organizzato una sorta di caccia al tesoro con tanto di mistero da risolvere a tema soprannaturale e io mi impegnai moltissimo per far vincere la mia squadra! Lo scopo era anche quello di fare colpo sul ragazzo che mi piaceva, che però era in un altro team e non prese bene la sconfitta... Tenne il muso per giorni! Non avevo ancora capito che i ragazzi sanno essere permalosi e amano vincere tanto quanto le ragazze, se non di più!
    Mi piacerebbe rivivere quella serata da brivido, bei tempi...
    Incrocio le dita!
    Ciao

    RispondiElimina
  20. Partecipo molto volentieri!
    Grazie per questa occasione!
    Allora da me in sardegna non si festeggia Halloween almeno nel mio paese no. Qualche bambino esce a chiedere "Su mortu mortu" ma finisce qui.
    A me è sempre piaciuto, e ho sempre desiderato festeggiarlo. Ma nessuna mia amica vuole farlo, quindi la mia tradizione è quella di leggere qualcosa di veramente pauroso e vedermi un film Horror, lo so davvero deprimente. Comunque tornando alla storiella l'anno scorso è stato l'halloween più pauroso al momento, poi ora come ora pensandoci sopra mi faccio due risate. Mi ero beccata l'influenza, avevo un mal di testa allucinante, le ghiandole erano gonfie, avevo un pò di febbre e una nausea da fare invidia, quindi non ero del tutto lucida. Stavo leggendo un libro accoccolata tra le coperte, mentre fuori si scatenava un temporale e un vento pazzesco. Ad un certo punto salta la luce, io terrorizzata salto dal divano. Ho la campagna dietro casa quindi mi sono fatta un paio di filmini mentali che andavano dal rapimento all'omicidio. Questo grazie alla mia influenza e al libro che stavo leggendo. Il cellulare non prendeva (poi ho scoperto che un fulmine aveva colpito il ripetitore della vodafon) e l'unica luce che avevo oltre a quella del telefonino era la fiamma di un lumicino. Non mi sarei terrorizzata cosi tanto se stavo bene, se il mio cane non abbaiava e se avevo la porta chiusa, ma al buio e con un mal di testa atroce non riuscivo a trovare le chiavi per chiudere. Poi il cane non stava zitto e quando abbaia vuol dire che c'è qualcosa che non va o c'è qualcuno. La luce è tornata 1 ora dopo, e in quest'ora mi sono fatta mille ipotesi. Alla fine non c'era nessuno nella campagna, c'era solo un gatto randagio. Ho avuto paura per nulla!
    Un giorno andrò in america, e festeggerò come si deve Halloween!!
    Per me Halloween è quel giorno dove posso dimenticare di essere una semplice umana ed essere qualche creatura sovrannaturale.
    Partecipo per il libro "Aegyptiaca. I Prescelti degli Dei"
    Mary.mary1993@yahoo.it
    Ho condiviso qui:
    http://ilsognodiunalettrice.blogspot.it/2013/10/una-marea-di-giveaway.html

    https://plus.google.com/u/0/106162155260612797272/posts/1YLk3n66B76

    https://twitter.com/Mary1993_/status/392378584003657728

    RispondiElimina
  21. Io ho sempre amato Halloween fin da piccolina e mi sarebbe piaciuto un sacco festeggiarlo come si deve ma non ho mai avuto l'occasione,anche se il "mio Halloween" tipico è dolcetti e film di paura il tutto contornato dalle luci delle candele in compagnia di qualche amica :D . Credo che il modo migliore per descrivere questo giorno è senz'altro con questa frase detta dal grande Stephen King: "È il giorno in cui ci si ricorda che viviamo in un piccolo angolo di luce circondati dall'oscurità di ciò che non conosciamo. Un piccolo giro al di fuori della percezione abituata a vedere solo un certo percorso, una piccola occhiata verso quell'oscurità." Partecipo per il libro "The Vincent Boys" La mia e-mail è stregatta2006@yahoo.it

    RispondiElimina
  22. Innanzitutto Halloween per me è una festa vera e propria, è la notte in cui ci si può lasciare andare e osare un po' di più. La notte in cui le tenebre ti accarezzano e tu puoi permetterti di cedervi, la notte delle streghe e quindi una notte un po' magica e spettrale.
    Uno degli Halloween migliori che ricordo è probabilmente quello di un paio di anni fa. Mi travestii da strega e andai a fare prima dolcetto e scherzetto e nonostante le occhiate perplesse delle persone fu divertente. E dopo la mezzanotte andammo a casa di un'amica a vedere degli horror e successivamente facemmo il gioco della bottiglia dove baciai il ragazzo che mi piaceva e che ora è il mio fidanzato xD
    Il libro che scelgo è: The Vincent Boys.

    La mia email è marinacipolletta@virgilio.it

    RispondiElimina
  23. A mio parere penso che Halloween sia una festa che, secondo la nostra cultura, non abbia molto senso perché importata dall'America; lì ha delle basi storiche ma è stata comunque commercializzata eccessivamente. Molta gente la prende come "momento per fare casino", come un po' tutte le feste, e quindi non ha un gran significato. Poi da alcuni è identificata come una specie di carnevale, e le ragazze per esempio si travestono in maniera provocante invece che "spaventosa" come dovrebbe essere. Se si passa con degli amici potrebbe anche andare bene, e comunque è, come tutte le cose americane, molto stereotipata come festa. Divertente forse, ma non eccessivamente "profonda", adatta a socializzare e divertirsi per un po' ma niente di più.
    Questa è la mia visione di Halloween.
    Se i Celti credevano che in quel giorno gli spiriti malvagi dei morti ritornavano per creare confusione e caos fra i viventi, adesso si può benissimo dire che, sì, questo accade...ma da parte di certi scalmanati e squilibrati.
    Questa è la mia email: sbaglione@alice.it
    E il libro che ho scelto (sia per la trama che per le ambientazioni e le usanze che girano intorno ad esso) è:
    "Aegyptiaca. I Prescelti degli Dei" di Dean Lucas.
    Grazie.

    RispondiElimina
  24. Peccato non vivere in America li si che è vissuto in modo del tutto diverso che qui in Italia...ma con i miei amici non ci scoraggiamo e ogni anno organizziamo qualcosa di molto casalingo, ma divertente come una maratona horror a base di dolcezze diabetiche...un anno abbiamo fatto una specie di party con caccia al tesoro e relaticvo premio al vestito horror più bello...io non ho vinto però il mio vestito per me era bellissimi ero vestita da Antonella Clerici ahahahah se vuoi ti faccio vedere le foto così ti fai 4 risate!
    Io avrei scelto Aegyptiaca. I Prescelti degli Dei, ho letto la trama e alcune recensioni e me ne sono innamorata in ogni caso è nella lista desideri di natale...spero di non dover aspettare così tanto ihihih ;-)
    happysmile@live.it
    minicicciola

    RispondiElimina
  25. Come vorrei avere un aneddoto geniale, brillante su Halloween del mio passato, ma niente di niente, potrei solo scrivere che i ragazzini mi bussano alla porta perché vogliono i dolcetti.
    La realtà è che non ho mai veramente festeggiato questa festa se non in un paio di occasioni in casa di amici e in età molto adulta. Ogni scusa è buona per divertirsi quando si è grandi,molto più di quando si è piccoli. Ma di certo non ho bisogno di scuse per mangiare dolci, di cui sono golosissima.
    Ecco perché oggi ho pensato di scrivere questo piccolo raccontino,omaggiando un grande per me: Linus e la sua assoluta adorazione per il grande cocomero! Ti stimo fratello! Per me Halloween è proprio quello che rappresenta per Linus, la speranza, il credere ancora nelle favole, senza che la razionalità rovini tutto.

    Luca sedeva a gambe incrociate. Maglietta a righe rosse e bianche, l'aveva scelta la sua mamma non è che a lui piacesse molto invece; uno scriciolino piccolo così, con il naso rivolto verso il cielo ormai nero e piccole efelidi a incorniciare un volto spigoloso, ma simpatico.
    Tutto intorno a lui c'erano zucche di varia grandezza, si sentiva in buona compagnia, in quella attesa fatta di magie e promesse. Il silenzio che benevolo lo avvolgeva era un piacere per lui. A casa c'era sempre così tanta confusione. Due fratelli, una sorella, un cane e due genitori sempre nervosi. Uno stress.
    "Ma sei qui!" fece un altro esserino alto un metro e un cacio mentre gli si avvicinava. Aveva il volto disegnato con un pennarello nero, e indossava un lungo telo bianco. "Non vieni con noi per il giretto dolcetto e scherzetto?" In mano teneva un sacco pronto per essere riempito di tante schifezze. Già si pregustava il momento.
    "Io resto qui, per l'arrivo del Grande Cocomero."
    "Luca,ma quello è un fumetto!!!! Non sei Linus." Marco fece una smorfia. "Alzati e vieni con noi."
    "Non ci penso proprio, aspetto il Grande Cocomero che mi porterà la sua saggezza, un po' di calma e tanti regali."
    "Rimarrai deluso, non esiste proprio come non esiste Babbo Natale. Gli adulti credono che siamo stupidi, ma noi sappiamo!"
    Luca gli puntò contro il suo sguardo tranquillo. "Io resto qui."
    "Zuccone. Allora ci vediamo a scuola domani." Detto questo,scuotendo la testa, Marco si allontanò per raggiungere un gruppetto di bambini sul ciglio della strada.
    Luca li guardò allontanarsi e sbuffò: "Non capiscono niente, quando verrà il Grande Cocomero, sono sicuro che si avvereranno i miei sogni. Ne ho tanti qui dentro." Si batté orgoglioso il petto e attese speranzoso.
    Si dice che quella sera Marco e i suoi amici tornarono a casa con un lauto bottino.
    Ma anche Luca si addormentò nel suo lettino con un bel sorriso stampato in faccia e un desiderio realizzato. Dopotutto, forse, il Grande Cocomero esisteva davvero.

    Il libro che scelgo è Aegyptiaca. I Prescelti degli Dei
    la mia mail è progettoeden@gmail.com
    ho condiviso qui https://www.facebook.com/patrisha.mar/posts/10201438717342801?comment_id=78539630&offset=0&total_comments=1&notif_t=share_comment

    RispondiElimina
  26. Ci tenevo a ringraziare di persona Vanessa, Miriam Rizzo, Angela C. Ryan, Dreaming Fantasy, radiolinablu, Mary, Sonia, minicicciola (il vestito da Antonella Clerici è il più spaventoso che posso immaginare, complimenti!) e Patrisha Mar. Lettrici, bloggherine, scrittrici... sono sinceramente onorato della vostra scelta e i commenti che avete postato sono davvero tutti molto belli!
    a presto
    Dean

    RispondiElimina