Anteprima La Verità Su Di Noi

Il nuovo romanzo di Kristan Higgins

Anteprima Potere Esecutivo

Il nuovo romance di Jennifer Probst

Anteprima La Moglie Del Califfo

Il fantasy di Renée Ahdieh

Rubrica Prossime uscite...già viste! #7

Le novità economiche in libreria

martedì 31 luglio 2012

Speciale Interviste: Serena Versari

Buon pomeriggio e ben trovati cari lettori!
Nuova intervista della giornata, rivolta ad una scrittrice emergente, Serena Versari che ci parlerà un po di sè e del suo primo romanzo Angels (la mia recensione la potrete trovare QUI).
Eccovi la mia intervista a:
Ciao Serena e benvenuta sul blog LeggereFantastico, è un vero piacere averti qui con noi. Cominciamo subito con le domande.
1. Com'è nata la tua passione per la scrittura?

Innanzitutto grazie per avermi ospitato nel tuo blog.
La mia passione per la scrittura, è nata dal bisogno di mettere nero su bianco le mie sensazioni e le mie emozioni. C’è stato un periodo, in cui le parole non mi bastavano per esprimere quello che sentivo, così un giorno, mi sono messa davanti al computer e ho cominciato a scrivere tutto quello che mi passava per la mente.

2. Nell' arco di una giornata quanto tempo dedichi alla lettura e quanto alla scrittura?

Generalmente non ho una regola, ma facendo una media ti potrei dire 3 ore.

3. Parliamo adesso di Angels, il tuo romanzo. Erika è una ragazza forte, determinata e molto coraggiosa. Ha deciso di partire, lasciando tutto e tutti dopo una delusione d' amore. Quanto c'è di te stessa nel personaggio di Erika?

Ti potrei dire che mi rappresenta praticamente al 100%. Infatti mi è stato più facile scriverlo in prima persona, poiché mi rispecchia totalmente sia nel modo di pensare che di agire. Erika dice che l’amore è la forza più grande che governa l’universo ed è quello che penso anche io. Anche nel combattimento fisico mi rispecchia, visto che ho praticato arti marziali per 10 anni.

4. Come mai hai deciso di ambientare il tuo romanzo a Canazei?

Prima di tutto perché amo la montagna e uno dei miei sogni, sarebbe proprio quello di trasferirmi in Trentino. La prima volta che sono stata a Canazei, ho percepito qualcosa di magico, il paese aveva un non so che di fiabesco e mi sono innamorata subito della Val di Fassa, dove poi sono tornata più volte.

5. Hai deciso di improntare questo tuo primo romanzo sulla figura degli angeli. In particolare nel libro sono presenti l' Angelo della Vita e l' Angelo della Morte. Sei un' appassionata del tema o è stata una scelta casuale?

La scelta non è stata casuale. Credo che tutti abbiano il proprio angelo, che li protegge e li aiuta nelle difficoltà quotidiane. Quando ho scritto il romanzo, era un periodo un po’ difficile della mia vita ed ero convinta che in quel momento, il mio angelo fosse al mio fianco per indicarmi la giusta decisione da prendere.

6. Quali erano le tue aspettative prima di pubblicare Angels e quali sono state, ovviamente se ce ne sono state, le delusioni che hai dovuto affrontare sia prima che dopo la sua pubblicazione?

Considerando che ho cominciato a scrivere “Angels” più per un bisogno personale che per altro, inizialmente non me n’ero fatta nessuna. Posso dire, comunque, di essere stata molto fortunata, perché quando ho provato a inviare il manoscritto ad alcune case editrici ho avuto subito un riscontro positivo. La gioia più grande, però, è stato ricevere i complimenti dalle persone che lo hanno letto; è bello sapere di essere riusciti ad emozionare qualcuno con quello che si è scritto.

7. Domanda a bruciapelo. Sei favorevole o contraria agli ebook?

Sicuramente non c’è paragone.  Sfogliare le pagine di un libro e sentire la carta ruvida che ti scivola fra le mani è una sensazione che un lettore di ebook non può sicuramente dare, ma credo che i libri in formato elettronico, siano d’aiuto soprattutto per gli scrittori emergenti. L’altro giorno per esempio, parlavo con la proprietaria di una libreria, che mi ha detto che le persone difficilmente comprano il libro di uno sconosciuto (anche le persone famose all’inizio erano sconosciute, ho pensato in quel momento), per cui, credo che qualcuno sia meno restio a spendere 1 euro per acquistare un ebook, che 15 per un libro scritto da un nome non noto.

8. C'è qualcosa che non ti piace nel mondo italiano dell' editoria? Qualche critica da fare se ti va di farla o anche qualche elogio s' intende. Libera di esprimerti:)

Sinceramente non ho una grande esperienza in materia, ma una cosa che non sopporto è l’ editoria a pagamento. Una persona già mette il cuore e l’anima in quello che scrive e se merita di essere pubblicato, non ci può mettere anche il portafoglio.

9. Di cosa ti piacerebbe scrivere in futuro?

Ho terminato da poco il seguito di “Angels” e ho cominciato a scrivere un’ altro romanzo.
Quest’ultimo tratta di magia nera, una pericolosa setta e una ragazza con un dono particolare.

10. Cosa ne pensi del self-publishing, l' autopubblicazione in forte espansione su siti come Amazon?

Mi riallaccio alla domanda sugli ebook. Penso che possa essere d’aiuto soprattutto agli scrittori emergenti. Sicuramente il fatto di auto pubblicarsi, non garantisce la qualità dell’opera, ma a volte mi è capitato di leggere libri editati da grandi case editrici che si sono poi rivelati una gran delusione.

Grazie ancora a Serena per essere stata in nostra compagnia e ora vi lascio con Angels!

Titolo
Angels
Autore
Serena Versari
Editore
Editrice GDS
Prezzo
€ 12,50
Trama
Erika ha sempre desiderato una vita piena di magia, avventura e un vero amore. Un giorno, in seguito ad un tradimento, decide di trasferirsi, di allontanarsi da una città caotica come Rimini per rifugiarsi in mezzo alla natura, in Val di Fassa. Li incontra Jason, un ragazzo che tutti evitano e temono a causa dei suoi occhi neri come la pece. Lei invece è attratta da quel ragazzo misterioso e fra loro si instaura un legame che diverrà sempre più forte con il passare del tempo. Ma un' umana non può innamorarsi di un Angelo della Morte e qualcuno cercherà di ostacolare la loro unione. Erika lotterà per quello in cui crede perchè secondo lei l' amore è la forza più grande che governa l' universo.

Speciale Interviste: Lena Valenti

Buon martedi e ben tornati nel nostro angolino delle interviste. Quest' oggi, siamo lieti di avere altre due autrici ospiti sul blog. La prima è la bravissima e simpaticissima Lena Valenti, autrice spagnola de Il Libro di Jade, di cui potrete trovare la mia recensione QUI. Se amate il paranormal alla Adrian o alla Ward e non avete ancora letto il libro di Lena, ve lo consiglio caldamente. Ma veniamo subito all' intervista:
Ciao Lena e benvenuta sul nostro blog. Cominciamo subito con la prima domanda.
1. Quando è inziato il tuo amore per la scrittura? 

In pratica quando ho imparato a scrivere. Scrivere mi è piaciuto sin da quando ero bambina, adoravo comporre canzoni d' amore e scrivere poesie...ma non ho mai pensato di poter diventare una scrittrice professionista perchè in Spagna è molto difficile avere successo. E guardami adesso! I sogni diventatano realtà, non è vero?

2. Come ti è venuta l' idea e quanto tempo hai impiegato per creare il mondo attorno alla tua saga Vanir? 

Due anni e mezzo fa. Ho sognato Caleb e Aileen. Erano in un bosco inglese, di fronte ad un totem con il muso di lupo. Non erano umani, e lei era molto triste e arrabbiata per qualcosa che lui le aveva fatto..Qualcosa di terribile. La mattina dopo, quando mi sono svegliata, la mia mente si è messa all' opera per creare Il Libro di Jade.

3. Parliamo di Caleb e Aileen. Tra i due si incomincia subito con il piede sbagliato, ma poi Caleb riesce con qualche difficoltà ad entrare nel cuore della bella ragazza. Come sono nati questi due personaggi? 

Beh , come lettrice, non ho mai creduto in personaggi troppo dolci o troppo sottomessi. Odio questo genere di comportamenti nelle protagoniste femminili. E nessuno riuscirebbe a farmi avere fiducia in uomini che, essendo antichi guerrieri, agiscono come dolci e docili gentiluomini. Sarebbe difficile da immaginare visto che, a causa della loro immortalità, dovrebbero essere annoiati, stanchi e devastati dalla crudeltà della vita. Poi, come autrice, ho provato a fare del mio meglio, e mostrare personaggi veri, comportamenti reali, qualcosa di diverso. E non mi interessa se sono violenti o meno, perchè loro sono fatti esattamente in questo modo. Caleb vuole vendetta. Aileen sarà la sua vittima. Ma, a volte, dall' odio all' amore, il passo è breve. 

4. Com'è cambiata la tua vita dopo il successo in Spagna? 

Beh, ora dedico tutta me stessa alla scrittura. Prima di avere successo, ho lavorato nelle pubbliche relazioni in un' importante libreria in Spagna. E ora il mio hobby è anche lavoro. Sono la stessa di sempre, e faccio le cose che ho sempre voluto fare. E' tutto qua.

5. A chi dedichi il tuo primo successo in Italia? 

E' dedicato a tutte le lettrici spagnole, a tutti i miei sostenitori. Sono stati i primi a credere in me, e questo successo è dovuto a loro. Ed inoltre, è dedicato alle lettrici italiane. So che è la prima volta che una scrittrice di paranormal romance, spagnola attraversa il suo paese per approdare ed essere pubblicata in Italia, Germania, Bulgaria e sud America...in tutto il mondo. E' una bella novità, e spero che a tutti voi possano piacere i miei libri.

6. Cosa diresti a chi ancora non avesse letto Il Libro di Jade? Perchè dovrebbero leggerlo?

Mmm.. Forse questo: provate a leggere il libro senza fare paragoni. Sapete, i lettori sono ostinati, e quando sei un fan accanito di un autore, magari potresti pensare che qualche libro è simile o uguale ad uno dei tuoi preferiti, ma se inizi a pensarla in questo modo, perderai il gusto di altre storie incredibili. Il mio consiglio è questo: leggere Il LIbro di Jade a mente aperta, senza pregiudizi. Sono sicura che vi sorprenderà, perchè, anche se sono presenti vampiri, lupi mannari, eroi, e altri personaggi che già conosciamo, all' interno del libro c'è molto di più, e tutti questi aspetti così diversi, vi sommergeranno in qualcosa di cui non avrete mai letto fino ad ora. Mitologia celtica e nordica, verità sconvenienti, passione e sesso, eroi ed eroine di cui non avrete ancora sentito parlare prima... C'è molto di più di una romantica storia soprannaturale.

7. Facciamo un gioco. Se Il Libro di Jade dovesse divenire un film (lo spero), chi vedresti nei panni di Caleb e chi di Aileen?

Aileen potrebbe essere: Mila Kunis (E' davvero bellissima e ha quell' anima guerriera).
Caleb potrebbe essere: Mmm, è difficile scegliere un uomo che potrebbe essere Caleb. Forse, se si tratta di un attore, penso che potrebbe essere Tom Welling.

8. Hai altre passioni all' infuori della scrittura? Che so..viaggiare, cucinare, sport..

Certo! Ho molte altre passioni! Amo correre, amo guardare le partite della mia squadra di calcio preferita (il Barcellona), amo suonare la chitarra e comporre canzoni... Amo cucinare e fare torte...Mmm deliziose...Andare al cinema, ballare e leggere romanzi d' amore!

9. Ultimamente è cresciuta molto la tecnologia digitale e la diffusione degli ebook. Ma qual è il tuo rapporto con essi?

Penso che dobbiamo convivere con le nuove tecnologie e adattarci ad esse. Mi piacciono l' iPad, i Kindle...e compro molti ebooks. Inoltre, sono convenienti, e l' ebook riserva parecchi benefici ai nostri boschi. Va bene. Mi piace. Ma so anche che un libro, come tutti noi lo conosciamo, con la copertina, il profumo delle pagine e il suo carattere personale non morirà mai. Possono entrambi coesistere.

10. Concludiamo con una piccola anticipazione se puoi darcela. Il prossimo libro della saga in Italia, quali personaggi vedrà coinvolti? Invece in Spagna quale sarà il tuo prossimo impegno?

Il prossimo libro in Italia sarà il libro della Sacerdotessa. Racconterà la storia di Adam e Ruth. In questo libro troverete una storia vera, originale, con magia, spiriti, leggende, e tutto ciò che riguarda la mitologia nordica. La storia tra i "Rutham" (Ruth e Adam) è molto passionale, con un sacco di emozioni e personaggi secondari davvero adorabili. Saprete qualcosa in più riguardo Daana e Menw, e nel libro troverete incredibili ed inaspettate sorprese. In Spagna, le recensioni dicono che è una della storie più belle e romantiche di sempre. Non so se sia davvero così, ma...Adam è mooooolto passionale e Ruth è splendida e speciale...li amo entrambi.
In Spagna, il prossimo libro della serie verrà pubblicato sicuramente a Novembre. Ed è una sorpresa, perchè i fan ancora non sanno quale sarà la coppia di cui narrerò le vicende. Prima di questo, a Settembre, uscirà "Un sogno chiamato:  Saga Vanir" (Un Sueno llamado Saga Vanir), ed è un libro e un DVD in cui si spiega tutta la storia che ruota attorno al fenomeno Vanir ed includerà uno speciale tra i personaggi di As e Maria. ;) Sarà tradotto anche in inglese. E...quest' anno ci sarà una grandissima sorpresa che nessuno si aspetterà...Ma c'è un motivo perchè viene chiamata sorpresa. ;)

Grazie ancora a Lena per essere stata nostra ospite oggi e vi lascio con la presentazione de Il Libro di Jade!

Titolo: Il Libro di Jade
Autore: Lena Valenti
Editore: Fanucci
Genere: Paranormal Romance
Serie: Vanir #1
Pagine: 592
Prezzo: € 11,90
Trama
Caleb è un uomo tormentato. Un Vanir, un essere immortale creato dagli dèi per proteggere gli umani da qualsiasi minaccia e dagli esseri accecati di sangue e potere. Ora è a Barcellona, con lo scopo di smascherare l’organizzazione che da anni perseguita e uccide quelli della sua stirpe. Ma è anche in cerca di vendetta, e il suo obiettivo principale è rapire Aileen, la figlia dello scienziato che sta usando i corpi della sua gente per esperimenti dolorosi e mortali. E lei dovrà dargli le risposte che cerca se vorrà sopravvivere. Ma Caleb non ha fatto i conti con il destino. Non può immaginare che la ragazza diventerà la sua più grande fonte di sensuale perdizione... Aileen ha una vita normale, senza grandi scosse; ma quando viene rapita dall’affascinante e terribile Caleb, viene trascinata in un mondo del quale non sospetta l’esistenza: un mondo fatto di magia e rituali sacri, di legami scritti nel destino e di una sensualità che va oltre ogni umana immaginazione. Lasciarsi andare non è mai stato così facile...

lunedì 30 luglio 2012

Speciale Interviste: Alessia Piccolo

Buon pomeriggio e ben tornati in nostra compagnia!
Questo lunedi è nostra ospite un' altra scrittrice, questa volta emergente e molto brava. Recentemente ho recensito il suo romanzo (potete leggere la recensione QUI). Ecco a voi la mia intervista con:

Ciao Alessia, grazie mille per aver accettato di stare in nostra compagnia oggi e benvenuta sul blog LeggereFantastico per questa piccola intervista. Bando alle ciance e cominciamo subito ok?
1. Parlaci un po di te. Come e quando hai iniziato a muovere i primi passi nel mondo della scrittura?

Ciao Francesca, innanzitutto grazie a te per avermi invitata! Mi fa molto piacere prendere parte a questa intervista.
Comincio col dire che sono una ragazza molto semplice, ho 27 anni ma se si tratta di mettersi in gioco e divertirsi torno ad averne sei! Mi è sempre piaciuto scrivere e a dieci anni avevo tutta l'intenzione di ideare la trama di un libro, ma solo verso i venti ho deciso di provarci davvero. Oggi posso dire che la scrittura, per me, più che una passione è una vera e propria necessità. Dopo aver letto Harry Potter è scattata la molla che mi ha fatto partire e, orgogliosa come sono, l'ho fatto per una sfida contro me stessa. Sono molto pigra in realtà, ma quando entra in gioco l'orgoglio non c'è sosta che tenga! Parliamoci chiaro, non vado fiera di questo lato del mio carattere, ma non posso farci niente: una sfida è una sfida.

2. Con chi hai iniziato ad innamorarti della letteratura? Quali autori sono entrati di prepotenza nel tuo cuore?

Mi sono sempre occupata principalmente di materie scientifiche durante i miei studi ma, durante il triennio delle scuole superiori, mi sono avvicinata molto alla letteratura e ho cominciato ad appassionarmi anche alle materie umanistiche. Da allora ho cominciato a leggere di più e ho scoperto che mi piace un sacco! Un autore che davvero mi ha conquistata è sicuramente John Grogan - “Io e Marley”, lo so... non c'entra niente col fantasy, ma parla della sua vita in un modo così spontaneo che me ne sono innamorata. Sul podio assieme a lui c'è sicuramente la Rowling per il suo stile scorrevole e coinvolgente e mi piace molto anche lo stile della Troisi.

3. Com'è nata l' idea di Draconis Cor?

È nata per una sfida, come dicevo prima, ma alla base c'era senza dubbio la necessità di lasciare un messaggio. Volevo scrivere una storia che parlasse di amore, di amicizia, volevo che ci fosse spazio per  dare anche qualche spunto in merito ai problemi comuni (come la paura per qualcosa) e magari per accendere qualche riflessione. Ho pensato che per poter scrivere di amore e altruismo allo stato puro il protagonista doveva essere per forza un bambino; i draghi poi mi hanno sempre affascinata quindi non potevano mancare! Diciamo che ho cercato di scrivere la storia che avrei sempre voluto leggere, mettendoci dentro sentimento e azione e mescolandoli con elementi fantastici per arrivare ad avere un libro leggero ma ricco di emozioni. Spero tanto di esserci riuscita perché saper emozionare i lettori è senz'altro uno dei miei principali obiettivi.

4. Quanto tempo ti ci è voluto per ideare il mondo di King's Heaven e scrivere il tuo libro?

In realtà, come spesso mi succede, una volta partorita l'idea divento inarrestabile. Posso avere mille impegni ma se una storia mi frulla per la testa non mi do pace finché non ho messo nero su bianco ogni singolo particolare che mi viene in mente o che mi sogno di notte. All'inizio quindi sono partita alla grande e in poco più di un anno avevo già scritto quasi tutta la storia e anche le varie ambientazioni. Poi eccolo che arriva: il blocco! Per almeno due anni non ho più toccato niente. Può sembrare strano, forse, ma ho dovuto lavorare parecchio su me stessa prima di poter proseguire. La scrittura mi aveva letteralmente rapita, passavo le giornate davanti al computer quasi dimenticandomi di vivere davvero, così ho deciso di rallentare, di fermarmi per poter dare il giusto spazio a ogni cosa. Non credevo che avrei mai finito il libro ma, inaspettatamente, ci ha pensato mio nonno… mi ha dato lo spunto per ripartire. Con gran fatica mi sono rimessa al lavoro e ho portato a termine la prima parte. Nel complesso, blocco compreso, sono passati sette anni. Questa è senza dubbio la domanda più difficile a cui ho risposto finora!

5. Nel tuo primo romanzo, Draconis Cor, si stanno già delineando le prime future "coppie". Ci saranno novità, se puoi anticiparcene qualcosa, nel prossimo volume? 

È vero, nella prima parte cominciano a fiorire giovani amori. Mi è riuscito molto naturale descrivere questi rapporti e sono abbastanza autobiografici. Diciamo che il rapporto tra Zhara e Rik somiglia molto a quello che all'inizio ho avuto io col mio ragazzo; quello tra Ham e Naja invece (pur se agli inizi) è un qualcosa di più concreto che cresce e si fa strada con forza. Anticipazioni? L'unica cosa che posso dire è che in amore non si sa mai come va a finire! Scherzi a parte, ci sarà l'ingresso di nuovi personaggi, nuove etnie, nuove emozioni, e nuovi amori. Per non parlare dell'azione e dell'avventura!

6. Dimmi la verità. Lo so che ogni autore è affezionato in egual modo ad ognuno dei suoi personaggi. Ma tra Zhara, Rik, Ham, Naja ed Efram a quale sei maggiormente affezionata o con quale ti rispecchi di più?

Non posso darti torto, in ognuno di loro c'è un po' del mio carattere ma Naja mi chiede sempre più spazio. Sembra quasi che la sua personalità esca dalle pagine e mi costringa a parlarne. Mi rispecchio molto in lei (l'unica cosa che non quadra è il colore e il taglio dei capelli), anch'io sono sempre stata piccola e minuta e, diciamolo, un vero maschiaccio! Ero l'unica ragazza in una classe di maschi, giocavo a calcio e ho praticato Aikido per diversi anni. Mi dico sempre che, se non avessi niente da perdere, sarei proprio come lei. La stranezza di questo personaggio sta nel fatto che non era previsto, si è fatta strada nella storia senza che quasi me ne rendessi conto. Sono molto affezionata a lei.

7. C'è un messaggio che vuoi trasmettere al lettore con Draconis Cor?

Ci sono molti messaggi che spero di trasmettere, talmente tanti che fatico a metterli in ordine. In particolar modo vorrei far emozionare il lettore, farlo sognare. Questo è il primo messaggio in assoluto: sognare è gratis e, almeno nel mio caso, mi fa sentire viva. In secondo luogo ho cercato di affrontare varie problematiche tra le più comuni e di fornire una possibile soluzione, a partire dai primi approcci con un sentimento come l'amore per arrivare a parlare di paura, coraggio, amicizia, fedeltà verso un ideale e morale. Io ho fatto e sto facendo del mio meglio per riuscire a trasmettere tutto questo ma solo voi lettori potrete dirmi se ci sono riuscita.

8. Raccontami gioie e timori della tua prima pubblicazione.

Che bella domanda! Gioie e timori in egual misura, senza dubbio. La GDS è stata l'ultima casa editrice a cui ho inviato il libro. Ero davvero stanca, ormai la sfida era vinta, il libro era completato. Fosse stato per me forse avrei smesso di cercare anche prima, ma ormai avevo fatto una sorta di promessa a qualcuno e non potevo mollare. In ogni caso, dopo la GDS non avevo più alcun nome in elenco e quindi avrei smesso per forza. Dopo alcuni giorni invece ecco la risposta, un editore senza contributo aveva accettato di pubblicare il mio libro. In quel momento avrei dovuto fare i salti di gioia e invece mi sono detta: “Non è possibile.” Ho riletto la mail diverse volte, sembrava proprio vero, che emozione! Per tutta la durata della collaborazione con GDS alternavo momenti di euforia a momenti di “Sicuramente c'è la fregatura...” e invece è andato tutto alla grande, mi sono trovata bene con lo staff di GDS e abbiamo lavorato sodo per correggere e migliorare Draconis Cor. L'emozione più grande comunque me l'hanno data i lettori, tutti coloro che finora l'hanno letto e mi hanno espresso il loro parere, vi ringrazio tutti. E poi, avere Draconis Cor tra le mani, dopo tutte le fatiche che mi è costato, è una sensazione unica! Altra grandissima soddisfazione: veder crescere la copertina, la veste del libro. La mia amica e graphic designer Sara Straseggio è stata unica; con molta professionalità ha saputo far combaciare i miei gusti con l’aspetto commerciale dell’opera e il risultato mi ha dato molte soddisfazioni. Per parlare di timori, invece, devo dire che mi preoccupano un po’ le critiche: sono io stessa a chiederle e continuerò a farlo perché ritengo che abbiano molta importanza ma un pizzico di preoccupazione c’è sempre.

9. Cosa ti affascina di più del fantasy?

Senza dubbio i draghi. Come vorrei farci un volo! In generale comunque il fantasy mi piace perché mi permette di staccare per un po' dalla realtà, sia come scrittrice che come lettrice. È un mondo in cui problematiche comuni vengono mescolate alla fantasia, il risultato è irresistibile per me.

10. Progetti futuri?

Moltissimi. Al momento sto lavorando al seguito di Draconis Cor, stavolta vorrei tentare di attenermi alla scaletta e per questo le sto dedicando molto tempo. Ho anche diverse idee per altre storie, fantasy e non, che potrei sviluppare in futuro ma per ora tutto il mio impegno e tutta mia passione sono riversati su questo secondo libro.

Ancora infinite grazie Alessia per essere stata in nostra compagnia. In bocca al lupo e a presto con il seguito di Draconis Cor.

Ancora un immenso grazie a te, Francesca, per avermi ospitato nel tuo blog e un saluto a tutti i lettori.

E ora vi lascio con Draconis Cor!

Titolo: Draconis Cor
Autrice: Alessia Piccolo
Editore: Editrice GDS
Genere: Fantasy
Pagine: 208
Prezzo: € 13,50
Copertina: Sara Straseggio
Trama
Quando la sagezza dei draghi non ha confine possono accedere eventi unici e senza tempo. In un regno in cui l´anima di ognuno può andare perduta, un´antica profezia darà nuove speranze ad un popolo che sta ormai per essere sopraffatto. Tre ragazzi come tanti non sospettano nemmeno di far parte di una storia cominciata molti anni addietro. Le loro vite saranno stravolte dall´arrivo di un bambino a cui orde di nemici danno la caccia. Insieme verranno trascinati in un´avventura che li costringerà ad allontanarsi da tutto quello che hanno di più caro e da ogni certezza. Una lacrima di cristallo dai poteri magici sconosciuti celerà la chiave di questo mistero, ma da dove arriva? Cosa nasconde? E proprio quando crederanno di essere arrivati, il viaggio avrà inizio...

Speciale Interviste: Adele Vieri Castellano

Carissimi lettori e lettrici,
questa settimana sarà una settimana del tutto speciale. Difatti, il nostro blog per cinque lunghi giorni, ospiterà delle autrici, sia emergenti che affermate, sia italiane che straniere. E tutte rigorosamente DONNE! Ebbene si, questa settimana avrò il piacere e l' onore di intervistare bravissime scrittrici, molte delle quali, con i loro splendidi romanzi, hanno accompagnato con passione ed entusiasmo le mie recenti ore di lettura. Oggi partiamo subito alla grande con l' autrice di un romanzo romance storico, pubblicato di recente, personalmente molto gradito, con protagonista una meraviglia di guerriero romano: Marco Quinto Rufo. Avete capito di chi si tratta? Ecco a voi la mia intervista con:

Ciao Adele, innanzitutto benvenuta sul blog e grazie infinitamente per il tuo tempo e per questa piccola intervista. Cominciamo subito?
1. Qual è stato il percorso che ti ha portato ad ideare il tuo romanzo e a decidere di ambientarlo nella Roma antica?

Sono da sempre appassionata di storia antica. Egitto e antica Roma e da anni  desideravo leggere una storia d’amore ambientata in uno di questi periodi storici così lontani ed affascinanti. Scrittrici anglosassoni e americane si sono cimentate ma, dal mio punto di vista, con scarsi risultati. In quanto agli storici medioevali, georgiani o vittoriani avevo raggiunto la saturazione: libertini tutti uguali, protagoniste con i soliti cliché. Insomma, avevo bisogno di una ventata di aria nuova e allora mi sono scritta il libro che volevo leggere. L’ispirazione è venuta dalla lettura di un saggio sugli antichi imperatori romani di Furio Sampoli. Mi colpì molto una vicenda legata a Claudio, colui che diventerà imperatore dopo Caligola: fece esporre una figlia dopo aver scoperto che non era sua ma di un liberto. E’ l’episodio con cui si apre “Roma 40 d. C. Destino d’Amore”. La fanciulla venne legata alla porta della sua domus ed esposta alla cittadinanza romana nuda, per due giorni.  La sua vicenda mi colpì molto e mi sembrava un buon prologo per il mio romance. Poi è stato un crescendo, non sono più riuscita a smettere. 

2. E' stato difficile e quanto tempo hai impiegato per studiare usi e costumi dell' antica Roma per il tuo libro?

Scrivere un libro ambientandolo in un periodo così lontano da noi non è facile. Non ho studiato nulla poiché Roma antica per me non era un argomento sconosciuto ma comunque ho vissuto mesi immersa in libri, saggi, piantine, siti che parlavano della storia di Roma. Ho scoperto anche cose che ancora non conoscevo calandomi, con mio grande piacere, in una città affascinante. 

3. Ti sei ispirata a qualche personaggio in particolare per creare il meraviglioso Marco Quinto Rufo?
Per la sua figura mi sono ispirata a Publio Cornelio Scipione, detto   l’Africano, colui che tenne in scacco Annibale e riuscì a sconfiggere e a radere al suolo Cartagine vincendo la battaglia di Zama.

4. Oltre alla storia travagliata di Marco e Livia, nel tuo libro possiamo scorgere una nuova, possibile e prossima storia d' amore vero?

Sì, quella del Batavo Quinto Decio Aquilato e di Giulia, che si svolgerà in Germania, nel secondo libro della serie.

5. Hai altre passioni oltre alla scrittura?

La lettura, com’è facile intuire e gli animali, adoro i gatti e i felini in generale e i rapaci. E la vela, il mio compagno è uno skipper.

6. Ti piacerebbe ambientare i tuoi prossimi romanzi in altre epoche storiche? Quali?

Ho due manoscritti nel cassetto: uno ambientato in Egitto nel 1871, al tempo della grande “caccia” ai reperti archeologici da parte degli europei e un altro ambientato nel 1796, durante la caduta di Venezia nelle mani di Napoleone Bonaparte. Ma mi piacerebbe scrivere qualcosa nell’antico Egitto e nella Genova di Andrea Doria, nel cinquecento. 

7. Secondo te perché le lettrici dovrebbero leggere il tuo libro?

Bella domanda Francy! Io lo consiglio per evadere dalla solita “routine” che ci offre il mercato italiano da almeno trent’anni: gli stessi libri che leggevo da ragazzina li trovo ancora sugli scaffali. Nuove autrici ma stesse trame. E poi il mio libro è uno storico “vero”: molte giovani studentesse di storia antica mi hanno scritto facendomi i complimenti per l’accurata ricostruzione storica. Leggendo il mio libro si imparerà ad amare Roma antica che ci appartiene, non dimentichiamolo. Dobbiamo esserne orgogliose.

8. Hai un momento della giornata in particolare per scrivere?

Non direi, scrivo sempre quando mi prudono le dita… però di notte c’è molta tranquillità e mi capita spesso di ritrovarmi, dopo mezzanotte, alle prese con i miei personaggi. 

9. Vorresti consigliare alle nostre lettrici qualche romance recente o meno che merita di essere letto?

Sicuramente autrici come Lisa Kleypas e Loretta Chase non devono mancare nelle nostre raccolte, così come  la  brava  Sherry  Thomas.  Connie  Manson  e  Anne   Stuart,  e   naturalmente  Ward  e  Adrian.  Non  ti consiglio libri perché ne leggo almeno tre, quattro settimana, per lavoro e per piacere, compresi quelli delle nostre brave scrittrici italiane. Ma non solo romance, ovvio. Sono una lettrice “onnivora” e uno degli ultimi libri letti è sulla peste nera che colpì l’Europa nel 1348.

10. Per finire, c'è qualche sogno nel cassetto che ancora vorresti vedere realizzato?

Sì, pubblicare il mio primo romance che scrissi negli anni novanta: la storia di un corsaro di origine francese che bazzicava nell’Oceano Indiano. E’ il mio libro “del cuore”.

Ringrazio di cuore ancora una volta Adele per essere stata nostra ospite sul blog e vi lascio con il suo romanzo: Roma 40 D. C. Destino Amore.

Titolo
Roma 40 D.C. Destino Amore
Autore
Adele Vieri Castellano
Editore
Leggereditore
Pagine
432
Prezzo
€ 10,00
Trama
Marco Quinto Rufo è l’uomo più potente di Roma, secondo solo all’Imperatore, Livia Urgulanilla ha un passato da dimenticare. Lui è un uomo temprato dalla foresta germanica, bello e forte che non conosce paura né limiti. Lei è un’aristocratica raffinata e altezzosa il cui destino è già scritto.
Ma il dio Fato decide altrimenti e quando Rufo la porta via con sé non immagina lontanamente le conseguenze del suo gesto. Roma non è la Provincia dove tutto, anche rapire una donna, è concesso. E anche se Caligola in persona decide di concedergliela, possederne il cuore sarà la più ardua e temeraria delle sue imprese. E Livia saprà donare il cuore a un uomo spietato che non esita davanti a nulla, se non a quello che sente per lei?

venerdì 27 luglio 2012

Seduzione, Attrazione e Tradimenti di Eleanor Prescott dal 23 Agosto in libreria

Dal 23 Agosto arriva nelle librerie Seduzione, Attrazione e Tradimenti, il romanzo d' esordio della scrittrice Eleanor Prescott. Quattro donne, tutte estremamente diverse tra loro, alle prese con l' amore, saranno le protagoniste indiscusse di questo nuovo romanzo ironico e femminile.

Titolo
Seduzione, Attrazione e Tradimenti
Autore
Eleanor Prescott
Editore
Newton Compton
Pagine
448
Prezzo
€ 9,90
Trama
Trovare l'uomo dei sogni è un lavoro complicato, ma Alice Brown sa come si fa, perché conosce bene le regole dell'attrazione. Alice lavora come organizzatrice d'incontri per l'agenzia Tavolo per Due, e quello che le riesce meglio è aiutare le persone a scovare l'anima gemella. Nessuno sa, però, che lei è single e che con gli uomini è un vero disastro. Di certo il suo capo, Audrey, non le rende più semplice la vita. Detesta i cardigan sformati che Alice indossa, e odia la sua aria da sognatrice: Audrey è una donna di successo, e ha accanto uno splendido e giovane marito, John. Ma non è tutto oro quello che luccica… E poi ci sono le clienti della Tavolo per Due. Ad esempio, Kate: mancano 569 giorni al suo trentacinquesimo compleanno, e lei si sente già vecchia, sola e disperata. Ma chi può essere all'altezza delle sue bizzarre richieste? Chi può soddisfare una donna che disdegnerebbe persino George Clooney e Johnny Depp? Lou, invece, la migliore amica di Kate, non si rivolgerebbe mai e poi mai a un'agenzia: sicura di sé, aggressiva e sfrontata, usa la seduzione come un'arma e considera gli uomini dei semplici accessori. 
Alice, Audrey, Lou e Kate: sono davvero così diverse come sembrano? Oppure tutte, in fin dei conti, continuano a sognare che il vero principe azzurro bussi alla porta? 

«Perfetto per i fan della chick-lit.»
New Books Magazine

«Personaggi espressivi e un intreccio intrigante.»
Star

L' Autrice
Eleanor Prescott ha lavorato come PR per dieci anni. Vive nel Kent con suo marito e due figli. Seduzione, a ttrazione e tradimenti è il suo primo romanzo. 

giovedì 26 luglio 2012

Anteprime di Settembre: Niceville di Carsten Stroud

Nuova anteprima di Settembre e per questa novità ci addentriamo nel thriller mistery di Carsten Stroud. Di prossima pubblicazione Longanesi, Niceville sarà nelle librerie dal 13 Settembre.

Titolo
Niceville
Autore
Carsten Stroud
Editore
Longanesi
Pagine
350
Prezzo
€ 17,60
Trama
Benvenuti a Niceville, una piccola cittadina del Sud degli Stati Uniti, circondata dal verde delle colline, popolata di alberi e di antiche ville coloniali, e… abitata dal Male. A Niceville, ogni famiglia nasconde un segreto. A Niceville, la gente sparisce nel nulla, e raramente se ne trova traccia. Per questo, quando Rainey, di soli dieci anni, scompare, tutte le forze di polizia locale si mobilitano, senza alcun indizio da seguire… È solo il primo anello di una catena di avvenimenti che travolgeranno, nel giro di trentasei ore, la vita di molte persone. Nick Kavanaugh, un poliziotto con un lato oscuro, indaga, aiutato dalla moglie Kate, ma a Niceville il male sembra essere molto più forte degli uomini…

L' Autore
Carsten Stroud vive e scrive in Ontario, Canada. E' l' autore del bestsellerClose Pursuit e del pluripremiato Sniper's Moon, entrambi ambientati nel dipartimento di polizia di New York.

mercoledì 25 luglio 2012

L' Età dei Miracoli di Karen Thompson Walker dal 28 Agosto in libreria

Cosa fareste se il giorno non durasse più ventiquattr'ore ma cinquanta?
A causa di un rallentamento di rotazione, la Terra subisce un drastico cambiamento. 25 ore di luce e 25 di tenebre. Ed è in questo mondo nuovo, ostico ed ignoto, che la nostra protagonista Julia è costretta a vivere e crescere. Con tutte le problematiche e le difficoltà proprie dell' adolescenza, Julia sperimenterà gioia e tristezza, amicizia e amore. Questa è a grandi linee la trama de L' Età dei Miracoli, apprezzato romanzo d' esordio della scrittrice americana Karen Thompson Walker, in pubblicazione il 28 Agosto per Mondadori. L' Età dei Miracoli è un misto di fantascienza, distopia e young adult.

Titolo
L' età dei miracoli
Autore
Karen Thompson Walker
Editore
Mondadori
Pagine 
250
Trama
“Il 6 ottobre, gli esperti comunicarono ufficialmente la notizia. Dissero che c’era stato un certo cambiamento, un rallentamento. Da quel momento lo abbiamo chiamato proprio così: il rallentamento.”
Julia ha dodici anni quando la terra inizia a rallentare la sua rotazione, prima di sei minuti, poi dodici, poi ventiquattro, fino a quando il giorno si allunga oltre le cinquanta ore, la gravità si indebolisce, gli uccelli smettono di volare, gli astronauti si allontanano dalla terra, compare una nuova malattia chiamata “sindrome da rallentamento”... La terra inizia a cambiare e Julia con lei. E mentre il mondo impaurito si divide tra coloro che continuano a seguire le ventiquattro ore e quelli che si regolano con la luce del sole, Julia cerca di trovare il proprio posto nonostante tutto: nonostante la migliore amica che decide di non vederla più, nonostante le crepe nel matrimonio dei suoi genitori e le paranoie del nonno stravagante, e poi ancora la solitudine, l’adolescenza con tutti i suoi turbamenti, quell’ “età dei miracoli” piena di paura ed eccitazione, e un ragazzo di cui innamorarsi davvero... Intanto il rallentamento, inesorabile, continua.

L' Autrice
Karen Thompson Walker è nata a San Diego in California, dove l' Età dei Miracoli è ambientato. Ha studiato all' Università di Los Angeles per poi lavorare come giornalista a San Diego e New York. L' Età dei Miracoli è stato scritto di mattina, spesso in metropolitana, prima di recarsi al lavoro. Attualmente vive a Brooklyn con il marito.

martedì 24 luglio 2012

Anteprime di Settembre: Un Amore di Cupcake di Donna Kauffman

Questa settimana partiamo con le deliziose anteprime di Settembre. E a proposito di delizioso, parliamo di dolci e amore, abbinata che non delude quasi mai. Un Amore di Cupcake di Donna Kauffman è una commedia dolce e divertente, che potremo leggere dal 13 Settembre.

Titolo
Un Amore di Cupcake
Autore
Donna Kauffman
Editore
Tre60
Pagine
352
Prezzo
€ 9,90
Trama
La trentenne Leilani Trusdale non ce la fa più: i ritmi frenetici, le pressioni costanti e il carattere burbero dello chef Baxter Dunne, che ormai dedica più tempo alla sua trasmissione televisiva che alla cucina, sono ormai diventati insostenibili. Insomma, è giunto il momento di darci un taglio. Così, dopo oltre quattro anni di duro lavoro e poche soddisfazioni come executive chef del ristorante «Gâteau» di New York, Leilani decide di tornare nella città natale della bisnonna materna dove vive suo padre, sulla piccola isola di Sugarberry, per realizzare il sogno che coltiva sin da ragazzina: aprire una pasticceria di cupcake, un luogo caldo e magico dove poter creare irresistibili dolcetti da decorare con golose glasse. E le cose sembrano andare subito per il verso giusto, anche grazie all’aiuto degli amici di sempre, del padre e dell’intera comunità di Sugarberry, tutti convinti che il suo talento e la sua passione possano finalmente trovare un degno riconoscimento. Quando però viene a sapere che Baxter ha intenzione di girare la prossima serie del suo show proprio a Sugarberry, Leilani inizia ad agitarsi, ad emozionarsi… perché, in fondo al cuore, sa che il suo scontroso ex-capo è proprio l’ingrediente «magico» che le manca per essere felice. Prima però sarà necessario superare la dura scorza di Baxter e mettere a nudo il suo lato dolce, nascosto eppure irresistibile, come un cupcake...

«Donna Kauffman è straordinaria: riesce sempre a strappare una risata, ma soprattutto sa come far emozionare i lettori. E preparatevi ad avere l’acquolina in bocca, perché leggendo scoprirete la fragranza e la golosità dei veri cupcake!» 
USA Today

«Un amore di cupcake è un romanzo dolce e seducente come un cupcake.»
Publishers Weekly

«Lo stile di Donna Kauffman è brillante, divertente e soprattutto delizioso.»
Janet  Evanovich

L’autrice
Donna Kauffman è autrice di bestseller che scalano regolarmente le classifiche americane e che sono tradotti in tutto il mondo. Vive in Virginia col marito, i figli adolescenti e i suoi adorati animali domestici. Un amore di cupcake è il suo primo romanzo pubblicato in Italia.

lunedì 23 luglio 2012

Recensione Draconis Cor di Alessia Piccolo

Titolo: Draconis Cor
Autrice: Alessia Piccolo
Editore: Editrice GDS
Genere: Fantasy
Pagine: 208
Prezzo: € 13,50
Copertina: Sara Straseggio
Trama
Quando la sagezza dei draghi non ha confine possono accedere eventi unici e senza tempo. In un regno in cui l´anima di ognuno può andare perduta, un´antica profezia darà nuove speranze ad un popolo che sta ormai per essere sopraffatto. Tre ragazzi come tanti non sospettano nemmeno di far parte di una storia cominciata molti anni addietro. Le loro vite saranno stravolte dall´arrivo di un bambino a cui orde di nemici danno la caccia. Insieme verranno trascinati in un´avventura che li costringerà ad allontanarsi da tutto quello che hanno di più caro e da ogni certezza. Una lacrima di cristallo dai poteri magici sconosciuti celerà la chiave di questo mistero, ma da dove arriva? Cosa nasconde? E proprio quando crederanno di essere arrivati, il viaggio avrà inizio...
Valutazione:    
Ham, Rik e Zhara sono tre amici inseparabili. Vivono nel piccolo villaggio rurale di Chernack, nel regno di King's Heaven, dominio del malvagio stregone immortale Thriong. Grazie alla sua sete di potere e distruzione, i villaggi dell' intero regno sono soggetti a desolazione, povertà e guerre che lentamente stanno decimando e devastando la popolazione. Una sera, Chernack viene crudelmente dato alle fiamme dalle Ombre, creature delle tenebre ai comandi del perfido re tiranno. I tre riescono a fuggire dalla devastazione del loro villaggio e dalla furia delle Ombre grazie al potente stregone Galdaral, il quale affiderà ai tre giovani un' importante quanto ardua missione da compiere. Attraversare il regno di King's Heaven, raggiungere il tempio di Mede e proteggere Efram, un bambino di sei anni oggetto di un' antica profezia, secondo la quale grazie a lui il regno tornerà, dopo anni di tenebre, a sperare e a risplendere di nuova luce. 
I tre ragazzi, accompagnati dai loro più remoti e profondi timori e dalla loro rinnovata speranza, viaggeranno attraverso luoghi pericolosi, andando incontro ad astuti e spietati nemici, incrociando tuttavia sul proprio cammino anche inaspettati alleati e meraviglie a loro finora sconosciute.  
Approfondiranno il legame che li tiene uniti l' uno con l' altro grazie a fili invisibili ma indissolubili. Scopriranno la bellezza e la magia che pervade i luoghi inesplorati e variegati di King's Heaven. E soprattutto impareranno a crescere, a divenire adulti responsabili e a combattere contro le proprie radicate paure. E probabilmente, ci sarà posto per qualcuno di loro anche per un pizzico di amore.
Una lacrima di cristallo, una spada azzurra, un incomprensibile tatuaggio, una misteriosa profezia e leggendari draghi, nonchè il il coraggio di tre eroici ragazzi, saranno i protagonisti indiscussi di questo fantasy tutto italiano. 

"La paura è il peggior nemico: si impadronisce dei tuoi pensieri, ti annebbia la mente. So cosa significa Zhara. All' improvviso un piccolo ostacolo ti sembra insormontabile; ti sembra che non esista via d' uscita e che la sola possibilità sia la fuga. Ti viene voglia di addormentarti per non doverla sentire più dentro di te. La paura sceglie la via più facile."  

"Io non riesco a controllarla" 
"Non è semplice, lo so. Ma senza la paura non esisterebbe il coraggio no?" le chiese Rik. 
"Il coraggio. Non credo di avere questo dono sai?"
"Ma il coraggio non è un dono" le fece notare lui. "Non è mancanza di paura; è piuttosto la consapevolezza che qualcosa sia più importante della paura stessa".

Parto innanzitutto col dire che un fantasy mi ci voleva proprio. Era da qualche mese che non leggevo più di elfi, draghi e magia allo stato puro. Finalmente, ho riscoperto la meraviglia per questi elementi e sono molto felice di averlo fatto con un' italiana. Andiamo sempre a pescare fantasy stranieri e non abbiamo mai la voglia o il coraggio per approfondire, invece, opere frutto della fantasia nostrana. Draconis Cor è un fantasy per ragazzi, piccolo parto della nostra giovane Alessia Piccolo ed è il primo di una serie grazie al quale potremo addentrarci nel regno di King's Heaven, al cospetto di stregoni buoni e malvagi, di leggendari e orgogliosi draghi e di tre ragazzi, coraggiosi e simpatici, in un viaggio per salvare il regno e ciò che hanno di più caro, dal temibile tiranno Thriong.
Dall' inizio del viaggio, in cui lotteranno insieme per difendersi dalle creature di Thriong e tenere in salvo Efram, i tre ragazzi giungeranno ad un' inevitabile separazione. Le strade si divideranno ed ognuno di loro avrà un compito preciso da portare a termine. Oltre a Zhara, Rik ed Ham, ci sarà l' ingresso di altri personaggi degni di nota. Naja è una di questi. Insieme ad Ham diverrà la protagonista del viaggio che li porterà alla ricerca dell' Occhio del Destino per salvare il piccolo Efram. 
Draconis Cor è un' avventura che inoltrerà il lettore in un mondo magico e pericoloso. Un luogo in cui sei costretto a crescere troppo in fretta e in cui puoi perderti tra le meraviglie che esso ci offre. Ma è anche un luogo di morte, dolore e sofferenza.
Per quanto mi riguarda, ho apprezzato particolarmente sia lo stile dell' autrice, scorrevole e leggero, non esageratamente descrittivo, che la caratterizzazione dei personaggi e le dinamiche avviate per questo primo romanzo. Il libro è scritto bene e i protagonisti trasmettono immediata simpatia a chi legge. Per trovare un difetto devo dire che personalmente avrei gradito un ulteriore approfondimento di alcune scene e al passato di alcuni personaggi come Zhara e Naja, leggermente accennato. Per il resto non posso fare nient' altro che apprezzare il romanzo d' esordio di Alessia, denso di azione, personaggi speciali e colpi di scena. Il finale, tra l' altro, ti lascia con l' insaziabile curiosità di saperne di più, conoscere ogni piccolo dettaglio della storia e del futuro che verrà riservato ai nostri valorosi ragazzi.
Draconis Cor ovviamente è solo il primo romanzo, un primo passo verso il cuore dell' avventura, l' inizio del viaggio verso la libertà.